il concerto

Davanti allo Stadio Olimpico vedo un fiume di adolescenti sorridenti e felici che vanno verso i cancelli. Non sono tifosi, non saprei… chissà.

Uno striscione mi da la risposta, Ligabue.

Attraversano lo stradone davanti all’obelisco con passo fiero e deciso. Vanno di fretta, loro, il concerto sta per iniziare, mancano solo 15 ore, niente in confronto ai 5 lunghi mesi da quando hai comprato il tuo biglietto on line.

C’è il concerto di Ligabue stasera all’Olimpico! Quindi basterà aprire le finestre e godersi il concerto… sempre che Liga canti più forte di Kirby o di Cattivissimo Me 165 (non è ancora uscito? ah beh sarà ma io ne ho visti almeno 164)… in un lampo mi ritorna in mente quando a 16 anni stavamo fuori dalle 7 di mattina ad aspettare ai cancelli del Flaminio, tutti esaltati per un concerto che sarebbe iniziato quasi un giorno dopo… eravamo pronti, con gli zainetti a righe Invicta, rosa le ragazze, rigorosamente blu i maschi, c’erano gli alternativi che non avevano niente, tanto i libri li portano gli altri. Ognuno riconosceva il proprio zaino dalle scritte Andrea ti amo, Forza Maggica mentre i più sofisticati si buttavano su politica estera o calcio internazionale.

Beh io animavo la giornata, fomentando l’impazienza dei miei amici e noooo appena canterà quella canzone io svengo! Muoio!! No perché quest’altra?? si pure quella!! c’hai ragioneeeee!! Io invece mi sento già male adesso guarda, solo al pensiero!! E ti chiedi perché pagare per andare a svenire in mezzo ad un prato stracolmo di ragazzini urlanti dove nessuno ti può aiutare…

Oh rigà io devo andare in bagno! come faccio?? Eh no se lasci il posto poi lo perdi e guarda quanta gente che c’è dietro di noi!! ah giusto beh allora come facciamo? e io che ne so! Beh te la tieni no? Oh ma qualcuno ce l’ha la macchinetta fotografica?? si si io ce l’ho! l’ho presa!! E magari c’hai pure il rullino? Oh no il rullino!! ma che non ti sei portato il rullino?? eh si c’è ma… ci sono già 22 foto scattate!! Ma è da 36 o da 24? No che sfiga è da ventiquattro, e adesso? lo vado a comprare? eh no poi perdi il posto pure te, ma chiama tua sorella e te lo fai portare! eh si eccone n’altro… Ma la cabina telefonica dove sta? laggiù! Chi ce l’ha un gettone? Seee mò il gettone, sei proprio antica oh, saranno 6 mesi che non ci sono più i gettoni!! Adesso ci vuole la carta! La carta telefonica della Sip.
E quindi?
Enniente!

Il tempo non passava mai, qualcuno faceva amicizia con altri gruppetti accampati vicino, ma non più di tanto, perché noi siamo mejo de quelli lì, ma hai visto quello s’è portato pure un cuscino? beh chiamalo scemo… dico io.

Qualcuno c’ha la crema solare?  Mi sono bruciata le spalle!! Eh si, che uno viene al concerto con la crema solare?! Beh si…

…poi quando finalmente aprivano i cancelli, dopo la prima (e ultima) volta, che mi sembrava di essere a Pamplona travolta da tori scatenati, con le spalle all’ingresso cercando di restare in piedi come un birillo incerto di fronte a enormi palle rotolanti mi dico, ma chi me lo ha fatto fare??

Una voce lontana mi urla Elenaaaaaa ma che faii dove seiiiii vieniiiii sbrigatiiii daiiii!!!

Io?? ma se manco c’ho il biglietto!!

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s