Il Libro

Mi sono comprata un libro che ha cambiato la mia vita… mai più paura di volare.

Ovviamente ho pensato di leggerlo lontano dai viaggi, perché non sapendo che tipo di reazione contorta avrei avuto ho pensato che fosse meglio evitare di aggravare la situazione.

Il che in pratica significa che leggo un paio di pagine, poi interrompo per circa un paio di settimane, poi riprendo, poi interrompo, poi riprendo poi interr… vabbè insomma e via così… da circa…. un paio … d’anni…

La cosa strana – sulla quale dovrei seriamente riflettere – è che non metto mai un segnalibro, per cui ho il dubbio che sto rileggendo sempre lo stesso capitolo…

Vabbè, ma non fa niente, repetita iuvant, no?

Il libro, devo ammettere, tranquillizza su diversi aspetti – resta poi da vedere se è romanzato o meno, il che potrebbe anche significare che son tutte balle – ma il messaggio è chiaro: voi non avete paura dell’aereo (e questa è già una grande rivelazione!) bensì di tutta la vita che vi circonda.

Eh si!

Quindi, se hai paura dell’aereo, ricordati, è colpa dei tuoi genitori (o anche di uno solo dei due) o dei tuoi nonni (o anche di uno solo dei quattro). Se invece sei nato orfano allora lì son guai, perché non puoi dare la colpa agli avi, ma nemmeno a te stesso, perché scusa ma io che c’entro? quindi ritorni al punto di partenza oppure ti butti sulle alternative – che comunque restano validissime – ovvero che … è colpa della tua migliore amica di infanzia (la prima, la seconda o la terza o quella che ti pare) del tuo primo amore corrisposto e di quello/i non corrisposto/i (ma io lì andrei sul plurale perché se ci pensi bene – e il libro è un invito all’introspezione – di quelli ce ne sono sempre parecchi, ad iniziare dal maestro di ginnastica di quando avevi 4 anni, del fratello grande della tua amica del cuore della materna e via dicendo… in fondo siete poi cosi sicuri che vi siate mai ripresi dallo choc di essere rifiutati da un ragazzino/a di 6 anni a soli 4 anni? E da un maestro/a di ginnastica? (vabbè, insomma, la colpa ce l’hanno TUTTA perché è proprio vero che questi non capiscono niente se non ti hanno apprezzato a suo tempo) del tuo primo bacio (mmm) della tua prima delusione, del tuo primo incidente in motorino, del tuo primo quello che ti pare, ma tanto guarda, fidati, che se non è il primo è il secondo, quello lo devi valutare tu, mica posso fare tutto io qui per 12 euro e 90 centesimi diamine)… ricapitolando, in poche parole, è colpa di tutti FUORCHÉ di quest’accidenti di aereo.

Ah si poi volendo ci puoi sempre mettere che è colpa della società. Quello ci sta sempre bene, un po’ come il cioccolatino nel piattino del caffè al bar.

Poi il libro ti dice, anzi ti scrive, hai paura al decollo perché ti senti mancare la terra sotto i piedi? Beh grazie, è ESATTAMENTE quello che succede al decollo!

mmm….

Altrimenti saresti ad una gara auto/aereomobilista su pista, giusto?

Ok poi hai paura di stare in volo? Ha ha, e lo sai perché?

No.

Hai pensato a cosa ti lasci alle spalle?

Oppure

Non avrai mica paura di allontanarti da casa?

Oppure

Forse hai paura di dove stai andando?

Conosci il posto-la lingua-il lavoro- che vai a fare con questo viaggio?

Insomma, guarda che una cosa è certa, hai paura di tutto ma fidati non dell’aereo!

Il che in un certo senso è vero a me un aereo fermo non fa paura per niente.

Poi lo sapevi che i 2 piloti mangiano cose diverse prima di volare per non rischiare di sentirsi male in due per colpa del cibo eventualmente avariato?

Aha. Vedi? ci sono molte cose che tu ignori…

Quindi?

Che si fa adesso?

Psicoterapia?

Ma devo partire!

Magari al rientro??

Boh

Prendi l’aereo e fregatene?

Mmm ok, se lo dici tu.

Something to drink, madam?

Si grazie, Orange Juice please.

Miiii che progressi eh! Niente alcolici non mi servono, non ho paura, no no! Ho letto il libro giusto, io.

Ah e poi mi sono comprata le cuffie noise reduction! Aha!! Beh ormai sono una frequent flyer no? Quindi 75 euro si possono pure spendere… li ammortizzi sicuro.

Persino la mia borsetta è vuota, solo un libro, niente scorte di cibo in caso di carestia in volo, niente roba da studiare, leggere ecc perché ho tempo di dormire, vedere il film, mettermi la crema alle mani, lo smalto, ah no lo smalto no, sennò chissà che combino, il vino lo posso pure rovesciare ma lo smalto sulla moquette potrebbe non essere tollerato… (anche se, devo dire, fossi una compagnia aerea, io il servizio Beauty Farm a bordo ce lo metterei… farebbe un sacco di soldi! Vuoi mettere arrivare ovunque tu stia andando con lo smalto brillante? oppure una bella maschera al viso rigenerante e idratante al cetriolo?? Eh perché no??? Avresti persino il tempo per la pulizia del viso che rimandi da meeeeeesi …. In aereo hai ore preziose in cui nessuno ti chiede cose ecc (tranne la hostess che vuole testare la tua resistenza al tasso alcolico) quindi stai lì ad ammazzare il tempo (… però poi che fretta allo sbarco eh?! Tutti che corrono per passare prima al controllo passaporti!! Magari cazzarola recuperi tre muniti delle nove ore di volo!! Vuoi mettere??)

Ahhh che belle ste cuffie noise reduction! C’hanno pure l’adattatore per lo schermo!

Fico, ora sai che faccio, le metto e mi rilasso, “enjoy your flight” dice il comandante.

Mm ok, will try… farò così, decollo – vabbè non io personalmente ma l’aereo – leggo il giornale, mangio, mi guardo un film e dormo, visto che ho dormito pochissimo stanotte.

Ah si, farò proprio così!

Bruuuuuuuuu – ON – sssssss wow che silenzio, na figata ste cuffie, non ho nemmeno sentito il carrello rientrare!

Aperitivo? Mah si dai. In fondo perché no?

Noooo non lo faccio per stordirmi!! Nooo! Ho capito tutto nel libro (come si chiamava già il prof di ginnastica? … mmmm boh…. ) la paura di volare è indipendente dal volare, la paura è Paura. Punto. Insomma qualcosa del genere.

E poi a 40 anni mica un bicchiere di vino a stomaco vuoto dopo 3 ore sole di sonno ti stordiscono!! Ci vuole ben altro!

Buono, corposo, un po’ fortino per le 11 di mattina devo dire…

Che ha detto questa? Forse le cuffie me le devo togliere – non ho mica capito cosa vuole… Ah si , mangio il formaggio, per restare nella dieta Zona, carboidrati, grassi e proteine, c’è tutto, grazie.

Ahhh questo si che è volare!! Sono serena, sobria, sobrissima, e rilassata…. Ahhh che bello. Posso davvero dire che sto “enjoying the flight”.

Questo libro li vale proprio tutti i 12 euro e non so quanti centesimi.

No! Noo nooo nooooooo!!!! Non mi funziona lo schermo!!

E ora? Che faccio?? Mi mancano solo 7 ore e 45 di volooooooo!!!

….ahhhhhhhhh…..

E…. signorina? mi scusi…

Yes?

… Le dispiace lasciarmi la bottiglia di vino rosso?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s