San Valentino è un giorno difficile. Soprattutto per gli uomini.

San Valentino è un giorno difficile.

Per tutti. Ma soprattutto per gli uomini.

Ti pare facile avere a che fare con le donne?

Quando sei ragazza, se non ti arriva nessun pensierino devi far finta di niente e dire alla tua amica più fortunata che si il cuscino a forma di cuore rosa con la scritta ti amo è un bellissimo regalo, originale e beata lei che c’ha un ragazzo così prezioso.

Se invece il ragazzo ce lo hai tu allora devi decidere se sparire il 14 febbraio per evitare di ricevere cuscini a forma di cuore con scritto “ti amo” in rosa (quelli con la scritta azzurra sono per i maschi) e dover dire con un sorriso commosso “oh amore ma è bellissimo! grazie ! grazie! Ma non dovevi!! che dolce che sei! Lo sai che non ci stavo nemmeno pensando che oggi è San Valentino” (bugiarda!!) e dimenticare almeno per quei cinque minuti di sceneggiata che quel cuscino a forma di cuore con la scritta “ti amo” in rosa lo hai visto dal tabaccaio, alla cassa del supermercato e all’edicola a 5 euro e 99, tenga pure il resto, e reggere la scena noncurante dello sguardo di lui che ti guarda convinto di averti fatto credere di averti regalato la luna, oppure li ricevi e li butti direttamente per evitare l’imbarazzo di sentirsi dire dalle amiche ma che bello questo regalo, originale e beata te che c’hai un ragazzo così prezioso e fuori dal comune.

Se invece il tuo fidanzato ha avuto un idea diversa, ed è sperabile, allora lì si che sono guai perché non puoi dire niente a nessuno sennò sei la solita diversa fortunata e poi scusa a te non ti importava niente hai detto di San Valentino!

mmm…

Quando sei più grande invece, e saranno per sempre archiviati cuscini a forma di cuore, e grazie al cielo dato che ne hai collezionati parecchi perché ogni anno avevi un fidanzato diverso – ma sempre lo stesso cuscino, si passa ad altro: gioiellini e biancheria intima.

E anche lì siamo su un terreno minato.

I gioiellini sono di solito mezzi cuori con le iniziali della coppia, ad ognuno va la metà del cuore con le iniziali dell’altro, fosse mai che ti confondi, ma scusa perché dovrei andare in giro con un gioiellino rotto? Tutto intero ti costava troppo??

La biancheria nemmeno a parlarne, mai!! Intanto…. scusa ma il regalo è per me o per te?

Mi sembra evidente che se mi stai comprando una mutandina di pizzo non è perché ci vada in ufficio, dico bene?

Quindi non è per me il completino sexy ma è per te? Cioè di fatto ti stai facendo un regalo da solo. E il mio regalo quale sarebbe?

E in pratica mi stai dicendo che non ti piacciono le mie mutandine grigie/bianco/nere? Mettitelo tu il completino sexy, io sto molto più comoda con la biancheria che mi scelgo da sola.

E poi scusa eh, ma dove sei andato a comprarla sta roba? Mica sarai andato in un grande magazzino, queste cose non si trovano nei grandi magazzini, lì si trovano le mie mutandine grigio/bianco/nere, cioè tu sei andato a comprarmi le mutandine in un negozio di biancheria intima!

E chi era il commesso? Un uomo spero.

Cosa? Una donna??

E quindi tu hai parlato con un’altra donna di biancheria intima?

E magari lei ti ha chiesto che taglia ho??

Beh si amore, sennò come faceva a darmi il completino….

E magari tu le hai detto che ho una seconda scarsa e lei ti ha guardato con compassione e ti ha detto ah pover’uomo? Quella stronza ci ha provato con te!

No tesoro, non è andata così, gli ho solo detto che….

E comunque io non ho una seconda scarsa.

E com’era questa? Carina? Eh? Com’era?

Ma non lo so amore, non me la ricordo!

Non è vero, te la ricordi benissimo ma non me lo vuoi dire!

Era bionda, era mora? Era una ragazza o che?

Ma non so avrà avuto più o meno… 30 anni.

30 anni? E tu che ne sai?

Ma non lo so amore, dai non fare così, se non ti piace glielo riporto…

Ah si certo così la rivedi pure e magari le racconti che la tua fidanzata si è ingelosita o peggio che non mi stava il completino e chissà quella poi che ti dice, sarà tutta felice. Piuttosto me lo tengo!

E poi scusa ma tu che ne sai della mia taglia di reggiseno? Non la sai mica! O ti sei messo a frugare nei miei cassetti? Io l’etichetta della taglia la levo sempre perché mi fa male, quindi? cosa gli hai detto, gli hai fatto vedere con le mani?? Oppure hai visto tutte le commesse e hai indicato quella che ha le tette simili alle mie…??? Beh allora, come hai fatto?

Tragedia

Insomma, la biancheria intima, a meno che tu non voglia una buona scusa per rompere il tuo fidanzamento il giorno di San Valentino, è decisamente da scartare.

Quindi, cosa rimane?

I fiori, i cioccolatini? I fiori posso andare bene, ma non quelli presi al ristorante quando passa il ragazzo dei fiori, perché che fai? ti stai salvando all’ultimo?? Ci potevi pure pensare prima no? E poi che faccio con queste rose ora? Dove le metto che non sono mica uscita con la borsa del supermercato. E poi lo sai che dicono che i fiori che vendono gli ambulanti sono rubati al cimitero?

Prova a mandare giù una cena romantica dopo un discorso del genere.

I cioccolatini. Quello pure è un rischio. Ma si può correre, direi, alle brutte se ti dice male finisci che te li mangi tu i cioccolatini, quindi cerca di scegliere almeno quelli che piacciono a te.

La soluzione? Non c’è, mi dispiace ragazzi, ma ve la dovete proprio rischiare, cavoli vostri.

Ma attenzione, non fare niente e uscirsene con la più semplice delle frasi romantiche come “ Per noi è San Valentino tutti i giorni amore mio” vuol dire che sei un taccagno.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s